Andrea Fornili

(Stadio)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
andrea fornili

“Sono buddista da anni e vi sono arrivato a seguito di un lungo percorso spirituale. La consapevolezza e l’innalzamento delle mie energie più sottili hanno come effetto quello di essere in buona armonia con gli altri Stadio; è più facile così scrivere belle canzoni e suonare meglio insieme”
Beh, sono nato a Reggio Emilia, dove ho cominciato a suonare la chitarra con i tanti gruppi nelle cantine del reggiano.

Non mi ricordo quanti anni avevo quando ho iniziato ad arpeggiare una chitarra, credo che ne avrò avuti non più di un paio!!
Sono arrivato negli Stadio quasi nove anni fa, loro cercavano me e io cercavo…loro, naturale no?!
Loro volevano un chitarrista “a tempo pieno” ed io mi stavo stufando di fare il turnista per gli altri: sentivo il bisogno di esprimermi in altri modi perchè stavo rischiando di atrofizzare il braccio e le mani!!

Da professionista ho suonato con Eros Ramazzotti (fu bellissimo in tour in giro per l’Europa), Miguel Bosè e Francesco Baccini (non c’era sera nei concerti che non mi facesse ballare il tip-tap, la mia grande passione!).
Con Gianni Togni ho lavorato al nuovo disco; ho collaborato con Franco Battiato, Anna Oxa, Riccardo Fogli (al quale ho scritto anche diverse canzoni) e continuo a divertirmi da matti ad andare al Festival di Sanremo a fare il chitarrista-guest star!

I miei modelli, o comunque i chitarristi che mi piacciono, sono: Ritchie Blackmore dei Deep Purple; Jimi Hendrix; Eddie Van Halen e Steve Lukather dei Toto.

Con Gaetano, Giovanni e Roberto va a GONFIE VELE!!
Mi trovo benissimo a suonare con loro, con Gaetano ci divertiamo a scrivere canzoni, a fare colonne sonore per il Cinema e la TV.

Dicono tutti che un chitarrista è fondamentale nella storia di un gruppo! Dipende. Se è un gruppo “a cappella” NO!!??

Che penso dei chitarristi che mi hanno preceduti? Bè, questa me l’aspettavo!
Per favore, un pò più originali!! Invece devo dire che mi piace scrivere tante canzoni per gli Stadio!
Da piccolo ho amato la musica di Guccini e mai avrei immaginato che avrebbe scritto testi per le mie musiche! Lo stesso discorso vale per tutti gli altri!

Quanto sono importanti gli assoli di chitarra?
I “soli” di chitarra sono la punta di un iceberg, sono quelli che si notano di più in un disco o in un concerto, lì ti metti veramente in mutande…O sei capace oppure lascia perdere!
Dal vivo cambio sempre, non riesco a ripetermi!!! Mi piace troppo cercare nuove soluzioni…

Con gli Stadio ho imparato l’importanza della funzione di accompagnatore -però l’assolo rimane un momento fondamentale.

Quale canzone mi piace del gruppo?
Le ultime sono SBALORDITIVE ! Eppoi le mie sono ECCEZIONALI (che modestia, eh!!).

Notizie

Stadio_sanremo 2

AmpegArtistiDigitechEventiFenderJacksonMapexSeymour Duncan

Sanremo 2016, trionfano gli Stadio

Segui Andrea Fornili su Facebook

Segui Andrea Fornili su Instagram