Andrea Quartarone

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
andrea quartarone

ANDREA QUARTARONE

Andrea Quartarone, chitarrista e didatta di spicco nel panorama nazionale ed europeo con tantissime influenze musicali all’interno del suo stile. La sua carriera musicale inizia all’età di 13 anni e oggi ha 9 cd strumentali all’attivo oltre ad un nuovo album in lavorazione a Los Angeles (USA), con Ric Fierabracci e Thomas Lang.

Da Gennaio 2006 Andrea ha tenuto diverse masterclasses e seminari nelle più prestigiose accademie e università del mondo: il GIT (una divisione del Musicians Institute di Hollywood), il LAMA (Los Angeles Music Academy), l’USC (University of Southern California), entrambe a Los Angeles (USA), la Washington University di St. Louis (Missouri – USA) e nel Luglio 2009, con la New York University (New York – USA), partecipa al NY Summer Guitar Intensive, con Mark Whitfield, Muriel Anderson, Peter Leitch, Kenny Wessel, Jerome Harris, Peter Bernstein e Dave Scott.

Il suo tour internazionale continua nel 2010, quando viene invitato a Seoul (Corea del Sud) e Tokyo (Giappone), in occasione di showcases che riguardano la sua musica il suo stile chitarristico. Nello stesso periodo suona nel più famoso Music Festival di Seoul, come unico artista europeo invitato.

Nel 2009 suona al NAMM Show (Los Angeles – USA) e al Musik Messe (Francoforte – Germania) e proprio durante gli stessi giorni è stato invitato a suonare, come unico artista italiano, all’Agora Stage accanto a nomi come C. Wakerman, P. Gilbert, S. Lukather, M. Angelo, Rage e altri.

Andrea ha collaborato con AXE Magazine (per 10 anni), con Chitarre e Guitar Club, le migliori riviste specializzate per chitarra in Italia.

È il direttore generale del GAN (Guitar Academy Network) e presidente dell’ESC (European Summer Campus). Suona periodicamente live con ELEKTRIO e ACOUSTIC DUO.

www.quartarone.com

“Ho scoperto le corde ELIXIR nel 2007 e da allora non riesco piu’ a staccare le mie dita da loro…sono come delle calamite… Trovo sinceramente che sia un incredibile connubio tra pregevolezza dei materiali utilizzati, conseguente durabilita’ e, cosa ancora piu’ importante, timbriche veramente speciali sia sui suoni puliti che sui distorti, entrambe dimensioni abituali nella musica che esprimo.”